aarchitettura cornedo, tetto in legno

Il Legno è il futuro per l’architettura anche nel vicentino

Sembra proprio che, ormai, il legno sia il materiale da costruzione piu’ “alla moda”.

Stiamo parlando del piu’ antico materiale da costruzione che oggi e’ tornato con prepotenza a calcare la scena dell’edilizia contemporanea. Anche nel vicentino si costruisce sempre piu’ con questo materiale. Lo abbiamo constatato anche noi di AArchitettura come in questi anni, il legno sia sempre piu’ presente nei nostri lavori, al contrario di quanto accadeva  fino alla fine degli anni ’80 quando, ad esempio, nella vallata dell’Agno c’era una sola ditta che realizzava tetti in legno, e veniva da Asiago.

Cerchiamo di capirne di piu’ sul legno e sul sentimento di evoluzione dei materiali e delle tecnologie da costruzione che si diffonde sempre piu’ e che prende la forma di un ritorno a materiali antichi oppure alla scoperta a scopi edilizi di materiali naturali davvero inattesi e sorprendenti.

Costruire col legno, let’s rock!

Le nuove tecnologie costruttive applicate al panorama legno hanno di certo giocato a favore di un sempre maggior utilizzo di questo materiale. A queste si e’ accompagnata una marcata sensibilita’ per il tema della sostenibilita’ che suona sempre piu’ pop. Da materiale per costruzioni d’elite, il legno ha conquistato oggi anche i ceti popolari e la sua diffusione in edilizia e’ in continua crescita. +50% e’ la stima di crescita dal 2010 al 2015 per quanto riguarda le case in legno. +70% invece quella relativa all’edilizia non residenziale.
I pro, neanche a dirlo, non mancano. Ottime sono infatti le risposte sul fronte dell’isolamento termico e acustico, per non parlare dell’efficienza energetica e del costo, tema assai caro all’acquirente tipo.

Case in legno, giovani e meno giovani dicono: Mi piace

La casa in legno non conquista un pubblico specifico. Piace infatti a giovani e meno giovani. Per i primi rappresenta una soluzione dall’ottimo rapporto qualita’ prezzo. I secondi invece apprezzano il calore e l’accoglienza che una casa in legno sa trasmettere. Tra moduli compositi e pacchetti fai da te il legno non e’ solo eco-friendly, ma anche del portafoglio. Questa tipologia di edifici si fa apprezzare poi per le mille personalizzazioni a cui puo’ andare incontro. Altro aspetto rilevante per il pubblico di possibili acquirenti e’ il fatto che l’edificazione di una casa in legno, in casi specifici, puo’ ricevere il via libera anche in zone dove vigono particolari indicazioni per la riduzione dell’impatto ambientale.

New entry: il Bambu’, infestante con stile

Tra le tipologie di legno forse meno note in edilizia troviamo il bambu’. Anche nella nostra provincia di Vicenza c’e’ chi non vorrebbe far altro che liberarsene per la sua capacita’ di crescere in modo inarrestabile. Eppure il bambu’ si e’ sorprendentemente (per noi) ritagliato un ruolo chiave nella produzione industriale. Dagli elementi d’arredo, agli strumenti musicali fino al the, forse fin troppo chic.
Flessibile e resistente potrebbe essere il caso della pianta che “non deve chiedere mai”. Si diffonde, cresce e per certi aspetti infesta senza ricevere alcuna cura. Scelto per le costruzioni rivela appieno le sue doti poco note: semplice da lavorare, a bassissimo impatto ambientale e soprattutto a km 0 visto che cresce senza fatica un po’ ovunque. Con il suo legno si possono realizzare allestimenti, interventi di riqualificazione, arredi e persino giochi. Roma, Parigi e Berlino sono solo alcune delle citta’ dove si possono trovare esempi di applicazione del bambu’. Ma chi ha detto che non possano arrivare anche a Vicenza, Valdagno, Schio, Arzignano, Montecchio, magari per qualche nuovo arredo urbano? Mai dire mai.

Il legno e’ dunque materiale sempre piu’ apprezzato in edilizia. Piace ad un vasto pubblico per la sua economicita’ e sostenibilita’. Le sue caratteristiche di ottimo isolante termico e acustico lo rendono l’elemento ideale per chi sia alla ricerca di efficienza energetica, ma non voglia trascurare nemmeno la resa estetica. Una tendenza diffusa ed apprezzata sia all’altitudine delle nostre colline nelle valli del Chiampo, dell’Agno e del Leogra cosi’ come nelle zone della pedemontana veneta.

Creative Commons License
This work by giovencato is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 4.0 International
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/
0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *